By / 22nd maggio, 2014 / Senza categoria / No Comments

Ravenna Festival è una delle più grandi e importanti manifestazioni artistiche d’italia.

Ravenna Festival: 500 carnet di biglietti omaggio riservati ai ragazzi fino a 26 anni

500 carnet di biglietti omaggio (5 spettacoli) per Ravenna Festival 2014, offerti dalla Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna ai ragazzi fino a 26 anni, saranno in distribuzione da venerdì, ore 15, con le seguenti modalità: 250 in biglietteria al Teatro Alighieri che per l’occasione osserverà un’apertura pomeridiana straordinaria (ogni ragazzo potrà ritirare fino ad un massimo di 4 carnet presentando copia del documento di identità di ogni amico) e 250 tramite la Facebook fan page del Festival.

Due le tipologie del carnet (250 per tipo) che hanno in comune un solo appuntamento: l’atteso concerto diretto da Yuri Temirkanov che torna a Ravenna, il 7 giugno al Palazzo de Andrè, con l’Orchestra Filarmonica di San Pietroburgo, solista il grande violinista – anch’egli russo – Vadim Repin, e un programma che potrebbe intitolarsi ‘Tutte le sfumature del russo’ (Chaikovskij, Prokof’ev e Stravinskij). Ulteriore elemento unificante tra i due carnet la possibilità di scegliere uno spettacolo secondo i propri gusti sull’intero programma del Festival grazie ad un coupon che dovrà essere convertito in biglietto (presso la biglietteria del Teatro Alighieri a partire da sabato 7 giugno).

Il Carnet A comprenderà inoltre Pupilla (10 giugno al Teatro Rasi) ricostruzione della pièce firmata da Valeria Magli nel 1983; Souls (27 giugno al De Andrè in prima italiana) il nuovo lavoro di Olivier Dubois per sei danzatori africani che conferma l’originalità e lo spessore creativo del coreografo francese; e infine uno degli appuntamenti che il Festival dedica a “Musica & Cinema” (7 luglio alla Rocca Brancaleone) l’omaggio a Charlie Chaplin nel centenario della prima apparizione sullo schermo di Charlot.

Le tre proposte che differenziano il Carnet B partono ancora da un appuntamento del Progetto RIC.CI (Reconstruction Italian Contemporary Choreography) in questo caso Terramara (12 giugno al Teatro Rasi) del duo-compagnia Abbondanza/Bertoni; ancora danza con una delle più importanti ed influenti coreografe statunitensi, Trisha Brown, (3 luglio al De Andrè in esclusiva per l’Italia con la sua Dance Company); e ultimo appuntamento ancora sul filone “Musica & Cinema” (10 luglio alla Rocca Brancaleone) in questo caso con la band Sacri Cuori che presenta una performance appositamente realizzata per il Festival insieme al pianista e compositore Evan Lurie ed il videomaker Andrea Pedna.

 

Ecco alcune delle opere più importanti che vedranno illustri personaggi al ravenna festival:

trittico giselle ravenna  ravenna

 

ravenna